BERGAMO PIÙ VERDE: verso la Festa della Semina 2017

 

BERGAMO PIÙ VERDE

Anche quest’anno è tempo di seminare.

C’è chi semina odio e repressione, entrando nelle scuole con dei cani, tirando fuori minorenni dalle classi scegliendo i nomi da liste compilate in precedenza.

C’è chi per racimolare qualche voto, scrive proposte di legge pro legalizzazione con una forte impostazione capitalistica.

Noi preferiamo seminare amore, libertà e erba buona!

Siamo convinti che la repressione, in atto nella penisola contro chi consuma marijuana, non faccia che rafforzare le narco-mafie, che per loro natura lucrano sul commercio di qualsiasi cosa sia illegale.

Nella tipica ipocrisia bergamasca, vediamo ingrandirsi indisturbata la malavita italiana (più visibilmente a zingonia e in maniera più sottile in centro città), mentre le forze del disordine collezionano sequestri ridicoli, quantomeno rispetto alle risorse utilizzate, o effettua blocchi stradali a tutto spiano per battere cassa.

E il sert? Si riempie soprattutto di ragazzi il cui unico problema è essere stati beccati, con due canne, il sabato pomeriggio.

Quindi è solo riappropriandoci di alcune pratiche antiproibizioniste che possiamo realmente cambiare le cose:

vogliamo una bergamo più libera, VOGLIAMO UNA BERGAMO PIÙ VERDE!

AUTOPRODUZIONE COME UNICA SOLUZIONE

C.I.F.A.B.

csa Pacì Paciana

    Lascia un commento